Soggetto proponente:
Associazione culturale Amici del Cabiria

Partner:
Fondazione Sistema Toscana
Fondazione Stensen
Casa circondariale di Sollicciano

Cofinanziatore:
Lush Italia

Sito web del progetto/del soggetto promotore:
www.amicidelcabiria.it

cinemasolliccianolush

 

 

 

 

Troppo spesso – per mancanza di risorse umane o strumentali – il carcere rimane un luogo di punizione e non di rieducazione, venendo meno la sua funzione riabilitativa, fondamentale per l’individuo e per la società.
Nel carcere di Sollicciano gli spazi adibiti alle attività culturali sono sottoutilizzati, vi è scarsa proponsione alla lettura e i detenuti stranieri non hanno opportunità di qualità per migliorare l’italiano (fondamentale per comunicare dentro e fuori il carcere).
Con il progetto si realizzeranno delle proiezioni per avvicinare i carcerati alla cultura cinematografica e per sensibilizzarli su alcune tematiche di carattere sociale, in modo da aiutarli a pensare costruttivamente al futuro. Saranno inoltre integrate attività di lettura e di miglioramento della lingua.
Alle proiezioni seguiranno delle discussioni sulle tematiche proposte, cui interverranno operatori del mondo cinematografico, in modo realizzare un ponte tra il carcere e la comunità civile, tra il presente ed il futuro.
Alcune proiezioni saranno pensate per la sezione femminile, le cui necessità vengono spesso trascurate, perché il fenomeno della carcerazione delle donne è visto come marginale.
Mediante il progetto sarà possibile attrezzare due sale per le proiezioni, che rimarranno fruibili anche dopo la fine del periodo finanziato.